Un tuffo nei libri, al via «Salento book festival»

Lug08

Bello, naturale, ospitale: il Salento non attrae solo per le incredibili bellezze naturali che offre a piene mani, ma è anche cultura e amore per i libri.

Salento e cultura: binomio perfetto

Nell’estate 2018 il Salento Book Festival giunge all’ottava edizione.
Un programma ricco e variegato che fino al 22 luglio sarà in grado di attrarre chiunque abbia amore e interesse per la cultura, i libri, lo spettacolo, l’intrattenimento in generale.
“Salento Book Festival” è organizzato dall’Associazione culturale Festival Nazionale del Libro. La rassegna ospita personalità del mondo dello spettacolo, del giornalismo, dell’arte, dello sport e della cultura.
Tutto ciò che è intrattenimento di valore entra a far parte del programma che, nei mesi estivi, offre a chi vuole partecipare un modo per trascorrere una serata piacevole e interessante.
Sono cinque i comuni salentini che fanno da cornice agli incontri: Corigliano d’Otranto, Nardò, Galatina, Galatone e Gallipoli e sono tutti in provincia di Lecce.
Il direttore artistico della nuova edizione è Luca Bianchini, ma sono davvero tante le personalità di ogni settore che intervengono alla rassegna, apportando contributi significativi in ciascun campo.

Tanti argomenti per serate tra cultura e vacanza

Al Salento Book Festival si parla di libri, ma anche di molto altro. I numeri del festival non sono insignificanti: per circa un mese e mezzo, ben settanta personalità di spicco si ritrovano nei comuni salentini già famosi per mare, spiagge e cordiale ospitalità.
La musica non può mancare e nell’edizione 2018 ci saranno Chiara Galazzo e il giornalista e critico musicale Gino Castaldo. Per i temi politici e sociali, molte personalità si esprimeranno sui palcoscenici della manifestazione, da Fassino a Travaglio, da Rutelli a Rampini.
Il discorso sulla giustizia vede partecipe Luciano Violante e Marta Cartabia, mentre ci si interrogherà sulle inchieste sulla mafia con Caterina Chinnici e Giovanni Impastato.
Qualche nota di ironia e satira pungente non potrà mancare con Luciana Littizzetto, mentre Serena Dandini porterà il discorso sul valore delle donne e sulle loro battaglie.
Questi sono alcuni degli spunti che nelle serate salentine sono proposti ad ospiti e locali, in una manifestazione che vuole offrire un motivo in più per vivere appassionatamente questi luoghi.
Lo scenario è importante, ma lo è anche il desiderio di vivere la cultura, non solo quella storica, le cui testimonianze non mancano di affascinare chi le incontra.
Dopo il mare, dopo le escursioni, le gite, le visite a masserie e dolmen, l’intrattenimento culturale è il culmine perfetto per una giornata e per una vacanza che comprende tutto.
Il piacere è dato dalla cornice e dal contenuto. Il panorama è perfetto, il contenuto è studiato per interessare chiunque, piacevolmente.