Una vacanza a torre dell’orso

Lug08

Torre dell’Orso fa parte delle cinque terre appartenenti alle Marine di Melendugno, territori dove il clima è sempre piacevole e il mare talmente limpido e cristallino da ottenere i prestigiosissimi riconoscimenti delle Cinque Vele Legambiente e della Bandiera Blu.

Perché si chiama Torre Dell’Orso?

La località ha preso questo nome per la presenza di una torre, un tempo usata come vedetta di avvistamento per le navi turche, sotto la quale pare ci sia una roccia a forma di orso.

Inoltre se si guarda la struttura dal lato sinistro è possibile notare un masso che assume proprio le sembianze dell’animale con rispettivi muso e orecchie. Un’altra spiegazione potrebbe essere il cognome del vecchio proprietario della zona.

Cosa fare a Torre dell’Orso

Vista la bellezza del mare non ci si può certo lasciar scappare delle giornate in spiaggia; sono presenti numerosi stabilimenti balneari e postazioni libere dove poter fare il bagno o prendere il sole per tornare a casa con un’abbronzatura da fare invidia.

Ma Torre dell’Orso non è solo mare: è anche possibile fare delle magnifiche escursioni culturali, per esempio alle Due Sorelle: si tratta di due massi somiglianti sui quali è nata una leggenda: due sorelle decisero infatti di cercare un po’ di refrigerio sulla Torre dell’Orso e una di loro, talmente stregata dalla bellezza del paesaggio, si gettò nelle acque. L’altra sorella, nel tentativo di salvarla, la raggiunse ma entrambe morirono affogate.

Gli dei, commossi dall’accaduto, decisero di trasformarle in due rocce per tenerle unite per sempre.

Naturalmente è anche possibile dedicarsi alla movida notturna o gustarsi le delizie pugliesi nei numerosi ristoranti.