Nel Salento il patrimonio culturale per tutti con “Sac for All”

Apr18

Il Salento possiede un enorme patrimonio culturale, spesso nascosto agli occhi dei turisti e di coloro che non sono pratici del luogo. I più curiosi saranno affascinati dal nuovo progetto chiamato “Sac for All“, che promette di valorizzare il patrimonio culturale facendolo conoscere ai più.

Sac For All: Il progetto Culturale

“Sac for All” è un progetto innovativo che punta a far conoscere il territorio salentino ai locali e agli stranieri, avvicinandoli alle ricchezze della zona. Realizzato dall’Associazione Poiesis, in collaborazione con il Sistema Ambientale e Culturale ‘Porta d’Oriente’, ha come obiettivo principale quello di far comunicare fra loro, quindi mettere in rete, i diversi enti presenti sul territorio. In questo modo, un network di collaboratori renderanno l’esperienza salentina unica ed indimenticabile.

L’iniziativa è iniziata il 14 aprile e continuerà fino al 26 maggio 2018: in questo periodo si potrà accedere a diversi luoghi di interesse culturale e paesaggistico, dove per l’occasione saranno allestiti laboratori, installazioni multimediali e visite guidate.

L’evento sarà imperdibile soprattutto per le famiglie, in quanto i bambini avranno l’opportunità di giocare ed imparare cose nuove, conoscendo e scoprendo luoghi altrimenti inaccessibili, guidati da esperti del settore. Fulcro del progetto sarà il Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca/ Bosco di Tricase, luogo unico per specie animali e vegetali, oltre che per i panorami mozzafiato.

Il Patrimonio Culturale e Paesaggistico alla portata di tutti

Il progetto “Sac for All” comprende la collaborazione di circa 22 comuni del Salento, che hanno creato una rete di contatti per poter fornire un’esperienza a 360 gradi. Tramite cinque appuntamenti totalmente gratuiti, si avrà la possibilità di accedere a molti siti e di vivere emozioni uniche. Percorsi speciali sono stati studiati per coloro che hanno diversi tipi di disabilità e che, tramite esperti, potranno essere guidati alla scoperta della cultura e alla percezione sensoriale; percorsi tattili, uditivi e visivi sono stati studiati appositamente per l’occasione.

Oltre ciò, anche i turisti verranno accolti all’interno del mondo salentino e delle sue tradizioni, tramite materiale multimediale multilingua. Tra i monumenti più significativi che potranno essere visitati sono da menzionare Torre Specchia Grande situata a Corsano, il Palazzo Baronale di Tiggiano, la Chiesa dei Diavoli a Tricase, il Palazzo Ramirez di Salve.

Il progetto ha come scopo quello di coinvolgere differenti target: oltre ai diversamente abili e i bambini, anche gli anziani e i migranti avranno il loro spazio attraverso laboratori ad essi dedicati. Si tratta di un’occasione unica per scoprire le terre salentine, visitarne i punti di interesse e viverne la quotidianità attraverso apparati multimediali di ultima generazione.