Blog

Pasticciotto Leccese

Il re dei dolci salentini: ecco come preparare il pasticciotto leccese

Il pasticciotto leccese, che è diventato ormai il dolce simbolo della tradizione salentina, è un piccolo scrigno di pasta frolla che racchiude un cuore di crema pasticcera.

Secondo la tradizione il pasticciotto leccese sarebbe nato nel 1745 nella Pasticceria Ascalone di Galatina, una piccola cittadina in provincia di Lecce, un po’ per caso, grazie a degli avanzi.

Come nasce il pasticciotto leccese: tra storia e leggenda

Il signor Ascalone aveva in mente di preparare un nuovo dolce: il pasticciotto che ne venne fuori lo offrì a un passante e da quel giorno questo piccolo dolce a forma di tortina ovale ha riscosso talmente tanto successo da diventare il re dei dolci del Salento.

Del pasticciotto leccese ne esistono oggi tantissime varianti, ma la ricetta originale è quella che vi indichiamo di seguito, anche se noi ve la diamo con il burro al posto dello strutto: si tratta di un dolce abbastanza semplice da preparare in casa e soprattutto è fatto di ingredienti buoni e genuini.

Ecco gli ingredienti per 15 pasticciotti:

  • 500 grammi di farina doppio zero
  • 200 grammi di zucchero a velo
  • 250 grammi di burro
  • 4 tuorli d’uovo
  • la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 tuorlo per spennellare e 3 cucchiai di panna liquida o di latte per spennellare

Ecco gli ingredienti per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte intero
  • 50 grammi di farina doppio zero
  • 6 tuorli d’uovo
  • 150 grammi di zucchero bianco semolato
  • 1 stecca di vaniglia

Ecco come preparare il pasticciotto leccese

Mettiamo la farina ed il burro freddo nel mixer e frulliamo fino a ottenere un impasto piuttosto farinoso: trasferiamo il composto sulla spianatoia e aggiungiamo i tuorli d’uovo, lo zucchero e l’estratto di vaniglia.

Il composto deve diventare elastico, poi va avvolto nella pellicola trasparente e fatto riposare in frigorifero per circa mezz’ora.

Facciamo scaldare il latte a fuoco basso con la stecca di vaniglia, nel frattempo sbattiamo i tuorli assieme allo zucchero con la frusta e uniamo la farina precedentemente setacciata: mescolando accuratamente aggiungiamo il composto al latte e facciamo cuocere sempre a fuoco basso, fino a che la crema non si sarà addensata.

Tiriamo fuori la pasta frolla dal frigorifero e stendiamola dello spessore di circa mezzo centimetro con il mattarello: con il coppa pasta ricaviamo poi dei cerchi e con la metà di essi foderiamo gli stampi ovali.

Farciamo ogni stampino con due cucchiai di crema pasticcera e ricopriamo con i cerchi avanzati, togliendo via la pasta in eccesso. Spennelliamo i pasticciotti leccesi con il tuorlo sbattuto, poi mettiamo il tutto in forno, precedentemente riscaldato, a 180 ° C per circa 30 minuti. I pasticciotti leccesi vanno fatti riposare qualche minuto per poi gustarli a colazione o a merenda.